Disclaimer * Note Legali

Friday, September 18, 2015

Recap du jour || a few looks using the MAC Cosmetics Warm Neutral Palette

The MAC Cosmetics Eyeshadow x 15 palettes are probably MAC's unsung heroes. With a warm and a cool version, these palettes have never gotten much hype around blogs or Youtube videos. 
Now, at 118 €, I'm sure there are not so many mentally ill people who give in as I did - but I still think this is better than any limited edition purchase (too many limited editions, MAC, just too many!). Why? Well, here's a recap of some of the smokiest looks I've created using my Warm Neutrals palette: 

If you are still on the fence about buying this palette, just know that a review will be coming shortly. 

I'm sorry if I'm a very bad blogger, but work, social life, and guitar + singing classes get in the way, and blogging takes so much time, I can't do everything. 

Just follow me on Facebook and Instagram for updates. 



Tuesday, September 1, 2015

LOOK DU JOUR || The 15 minutes vacation face

This picture will redirect you to my Facebook page, so click on it if you haven't liked it already!

'Cos we all know none of us would put on decent make-up in 5 or 10 minutes, so let's not fool ourselves!

Perché sappiamo tutte che nessuna di noi si trucca almeno decentemente in 5 o 10 minuti, perciò non prendiamoci in giro!


Nars Radiant Creamy Concealer in Custard
Guerlain Terracotta in Medium Blondes
Nars blush in Outlaw
Guerlein Les Météorites finishing powder


Mac Brow Cremegel in Dirty Blonde
Mac Brow Gel in Beguille
Mac Vanilla pigment
Mac Powersurge eye pencil
Guerlain Terracotta on the crease
Marc Jacobs Omega! Lash mascara


Mac lipliner and lipstick in Ruby Woo

The little deets:

White lace dress: Mango - this season
Headband: Naf Naf - this season
Earrings: can't remember, were a gift
Nose ring: Claire's
Pimples: too many pizzas and mama's food filled with cheese I'm not supposed to eat!

Sunday, June 14, 2015

REVIEW || Marc Jacobs make-up

Let's be honest: until few years ago, I didn't even know who the guy was. Once I found out, I put him to my pile of "things to ignore", because I couldn't afford buying a keychain from him. That was until he created his make-up range - which is still expensive, don't get me wrong.
I'd been hovering his stand at Sephora for the past year, and I've finally caved in beginning of May, when I was on the hunt for a good mascara to replace my Lancome Grandiose, and for a new blusher.
Then I bought an gel liner crayon, and a corrector...well, you know the deal, buddies!

Spotted: #instamarc light filtering contour powder (40 Mirage); Shamelss blush (218 Tantalizing); Highliner gel crayon (I have no idea what this shade is called); Remedy concealer (5 Last Call); Lash Lifter mascara (Blaquer); skirt is Naf Naf

Coming in his sleek, black packaging, the Marc Jacobs make-up range is distinctive and sumptuous. The only thing that misses from the picture is a mini-sized lipstick that was given to me as a sample with my last purchase, and that I thought I had lost, but eventually found in my jeans shorts back pocket today (this leaves me so happy! How sad am I, really?). I don't know where to start with these reviews, so I will pick the first picture that comes in my folder and go from there. Stay with me if you're curious.

close up of the applicator and the shade


I'm still on the fence about this product. I mainly got it because I forgot my Illamasqua peach cream pigment in Italy, and I was on the hunt for something that could replace it. This is the right shade, however, not the same effect. Don't get me wrong, it has a nice consistency, a decent amount of coverage, and overall a nice effect. However, it creases. I try to keep it strictly on the inner corner, but if I accidently put too much on, or I drag it too far down the lower lashline...it even makes my MAC Pro Longwear crease a bit. And that stuff NEVER creases.
Also, I think my circles changed a little here in France (could be the weather, and smoking), so I got the wrong shade corrector. I probably should have tried the pink one. But that's another story.
The packaging is sturdy and heavy, it has a nice click mechanism that works well (although you do have to click a whole lot of times on your first use) and a controller on the side where you can check how much product you have left. The metal, slant-tip applicator offers a cooling effect that lasts a fraction of a second. Let's be real: those applicators are purely gimmick!
Despite the nice, brightening finish, I wouldn't necessarily recommend this product unless you find that nothing creases on your eyes.


Anything that promises a finish similar to Instagram filters is worth checking out, so I went to Sephora twice before buying it, and I swatched it insatiably. Those powders...velvet to the touch, buttery soft. They make you lust. And that contour shade in Mirage is perfect for light olive and medium skin tones like mine. Sold.
I have to admit, I only use the light shade everyday cos I paid so much for this kit, but I don't find it stunning. Maybe it's because I don't wear a ton of make-up on an everyday basis (well, I do wear more than a lot of people, but in very thin layers), so I cannot see its full potential. Or maybe, I just gravitate more towards shimmering highliters and that's enough for me. Answers on the comments, please.
That contour shade, though...so freaking useful! It's matte, it's a cool-tone brown, but not too cool to be leaning towards pink. I think it's more ashy, which is definitely the color of choice for my skin type.
If you have those 40+ euros to spend on make-up, I would highly recommend this kit. It's addictive.


I apologize for the picture, as it does no justice to the true color of this blush. It's more mauvy than that, but still a warm shade. Now this is one of those products, like the MAC Extradimension powders, that come from the same Italian manufacturer: Intercos. Apart from the "made in Italy" on the label, nothing says it does, but I am 100% sure of what I'm talking about. The first time I've seen them, they were a Madina exclusive, and the brand was previously owned by Intercos, so.... I have some of the first eyeshadows ever produced with this formula, and I can swear it's the same. Why don't I buy them from Madina, then? Well, first off cos I'm out of the country now, and shipping to France is more expensive, and secondly because they sell the best shades to high-end brands. There, plain and simple marketing strategies. Speculation aside, the blush is awesome. The shade makes you look so fresh and young, the texture is amazing: you could layer and layer it, and it would never look cakey (even thoug you'd probably look like a clown as this stuff is extremely pigmented). You can use it dry or wet. You could even use your fingers to apply it, and it would still look amazing and blend like nothing else (tried and tested).
Another worth-buying product! Comes in different shades, this is the boldest one.


Comes in a super heavy and big, black, shiny tube - this mascara has the greatest formula ever for hooded eyes. It's a gel. A black gel for eyelashes. It will not smudge, it will not budge. No more black polka dots all around your eyes, if you have hooded eyes with long lashes.
Now the brush on this one is really thin, with short bristles and it defines more than anything. I have to put a ton to reach the desired effect, so next time I'll buy the volumizing version, but the formula is so great, I don't give a fudge! I can see this being my mascara for life. Unless some cheaper brand uses the same formula, that is....


I know it's expensive for an eye pencil, but the formula is great! I often wear it on my 8hrs50 shift at work, and it does not budge. Not one bit. You never have to reapply this stuff, so it will last for ages and those 21 euros will be justified and spent once in a blue moon. The shade range is fantastic! Lots of nice colors, along with the usual black and neutrals. I will definitely try something more daring, sooner or later.

As far as the lipsticks go, they are very good (mine's a matte that doesn't dry out your lips), but nothing special. I mean, MAC has a wide selection of matte shades, and it's less expensive. The packaging is very nice though, so it would make a great gift.

So all in all, Marc Jacobs beauty is really worth checking out. It's very expensive, but if you're used to Nars, Dior, Guerlain, and even Lancome, you'd be getting great products and probably save a few pennies too!

Swatches - please note that the blush color was really hard to photograph.


Fino a qualche anno fa, non sapevo nemmeno chi fosse Marc Jacobs. Una volta scoperto, ho messo il suo nome dentro un cassetto per via del fatto che in ogni caso non potevo nemmeno permettermi un suo portachiavi. L'ho tirato fuori dal cassetto quando ha creato la sua linea di make-up, che ha comunque dei prezzi alti. 
Nel corso dell'anno ho gravitato spesso intorno al suo stand da Sephora, ma mi son decisa ad acquistare qualcosa solo il mese scorso. Prima il mascara e il blush, e poi una cosa tira l'altra, come sapete bene. 
Il packaging è quanto di più elegante si possa trovare: nero, lucido, dalle forme squadrate ma con gli angoli arrotondati. Come piace a me, insomma. 
Veniamo però ai prodotti:


L'ho preso per sostituire il mio Cream Pigment di Illamasqua, che ho dimenticato in Italia (e che recupererò quest'estate), ma a parte il colore non è come il suddetto. In effetti, ancora ho un'opinione contrastante su questo prodotto: da una parte ha una bella formula illuminante, una texture fine che può presupporre la stratificazione ecc. Dall'altra però ha un grande difetto: non solo si infila nelle pieghette, ma fa infilare anche il mio Pro Longwear nelle pieghe. Allora no, questo non lo posso accettare! Il Pro Longwear non si infila mai nelle pieghette! 
Il packaging è a penna, di quelli che però funziona veramente (anche se al primo utilizzo dovete cliccare per circa due ore) e l'applicazione è in metallo ed è angolato. Ovviamente loro dicono che questo permette un effetto rinfrescante che favorisce la circolazione sanguigna, quella del fiume Reno ecc ecc, ma io rimango come al solito perplessa da queste cose; se non altro perché l'applicatore resta sulla pelle per due nanosecondi, allora che risultato rinfrescante volete che abbia? 
In questa linea di anti-occhiaie ci sono due colori correttivi e tre color carne. Io ho preso quello aranciato, come potete vedere dalle foto sopra, ma in verità visto che le mie occhiaie sono parecchio cambiate qui in Francia, avrei dovuto prendere quello rosa. 
Nonostante l'effetto illuminante e la formulazione tutto sommato buona, non consiglierei questo prodotto se non a quelle persone che non hanno rughette o segni di espressione. Soprattutto perché a questo prezzo, ci sono correttori migliori. 


Se in giro ci sono prodotti che promettono una pelle simile a quella dei filtri Instagram, è logico che io mi ci ficchi immediatamente su. Questo mi ha incuriosita così tanto che sono stata da Sephora per swatcharlo ben due volte prima dell'acquisto (d'altronde, visto il prezzo, non si può comprarlo a scatola chiusa). Le due polveri sono davvero bellissime: fini, al tatto davvero vellutate. La parte contouring ha un colore freddo che però nel kit per le pelli medie e olivastre, ossìa il mio, non è rosato. Lo uso con risultati più che soddisfacenti ogni giorno e ormai è una droga. La polvere illuminante, matte anch'essa, è una di quelle classiche "banana powders", anche se io non noto un effetto straordinario. Anzi, quasi non la noto. Ma può darsi che questo sia dovuto al fatto che non mi metto su un dito di trucco ogni mattina. O praticamente mai, se è per questo ("strati fini" è il mio motto). Se qualcuno sa come usarla al meglio, si faccia avanti, oppure continuerò ad usare polveri luminose e scintillanti.
Il packaging, che ve lo dico a fare, è così bello che lo aprirei in strada solo per farlo ammirare al mondo. Per di più lo specchi è davvero molto ampio e comodo da portare in viaggio.


Partiamo dal presupposto che questo è un blush PrismaShine, prodotto sicuramente da Intercos. Il prezzo è decisamente più alto di quelli originali venduti da Madina, ma alla Intercos son furbi (e d'altronde, chi li biasima?) e i colori migliori li vendono ai marchi con prezzi esorbitanti. Nonostante tutto, ne sono profondamente innamorata e lo ricomprerei mille volte. La foto non gli rende giustizia, è un po' più violaceo come colore, ma sempre un rosa molto forte. Basta usarne pochissimo, per dare all'incarnato un tocco di vita di quelli che solo una settimana al mare in Sardegna ti può dare. Dura tutta una giornata lavorativa, ma se proprio va via e vi dimenticate di portare un pennello appresso, niente paura: lo si stende benissimo anche con un dito e il risultato è sempre impeccabile (certo, bisogna sapere usare il dito...che detto così...). Ci sono svariati colori in gamma, ma questo è decisamente il più forte e interessante. Raccomandatissimo!


Il mascara che mi cambiò la vita. Dovete sapere che benché adori il Grandiose di Lancome, da un po' di tempo ho l'enorme problema che le mie ciglia - che a quanto pare sono lunghe - sfregano contro la mia palpebra fissa, lasciando in poco tempo dei fantastici pois tutt'intorno all'occhio. Questo significa che per levarli, devo sacrificare la sfumatura dell'ombretto, l'illuminante e quant'altro, ed è una gran seccatura. Col mascara Marc Jacobs ho risolto: la formula in gel si secca e non si trasferisce manco se sfregate (al massimo, va via a scaglie). Certo, avrei dovuto prendere il mascara volumizzante, perché questo è buonissimo, ma non mi fa gli occhi da bambola come piace a me, ma questa è un'altra storia. La cosa più bella è che costa meno del Grandiose. 


Queste matite le ho viste più volte nelle foto della mia amica Paola su Facebook, è visto che le raccomanda lei, ho tentato l'acquisto ad occhi chiusi. In effetti, sono eccellenti. Tracciate una linea sull'occhio al mattino, e alla sera è ancora lì. Il colore è bello pieno e la formula è quella dell'eyeliner gel. Io chiaramente non adoro molto le matite, preferisco il pennello, quindi la traccio bene con un pennello sintetico, per l'appunto ed è impeccabile. Senz'altro proverò altri colori, visto che ce ne sono davvero tantissimi interessanti. 
Da Sephora mi hanno regalato anche un rossetto che credevo di aver perso quando ho scattato le foto, ma che ho ritrovato. In due righe vi dico cosa ne penso: i rossetti Marc Jacobs sono senz'altro molto buoni, il packaging è fighissimo, ma per il prezzo che hanno, preferisco di gran lunga i Mac. Nonostante tutto, se volete fare un bel regalo, sapete dove fiondarvi. 

In generale è una linea make-up validissima, con prezzi talvolta minori di Lancome, Nars, Dior, Guerlain e compagnia cantante, ma con prodotti in alcuni casi decisamente migliori. 
Se l'avete provata, fatemi sapere che ne pensate.

Sunday, May 31, 2015

Review || Bourjois Rouge Edition Velvet



The Rouge Edition Velvet are cousins to the Rouge Edition lipsticks that Bourjois released something like two years ago. They are different from them in that they are liquid lipsticks that set on the lips and become matte. They are also supposed to last up to 12 hours, I think. I'm not sure about the 12 hrs claim, as I've never worn them up to 12 hours, but they've lasted a very long time on me without budging - or at least 3 out of 4 did.
Once you put them on (the applicator allows for precision even on thin lips) they have a slight glossy finish that will gradually become matte as they set. In most cases, you don't need more than one coat, but if you really want to put one extra layer, let the product set a couple of minutes before reapplying it.
As they have a matte finish, you can definitely use them as blushers as well. Technically, it's a similar product to YSL's Kiss & Blush, just a much better version of it (which reminds me, I need to review that too, and it won't be a rave as you can imagine).  They will set on your cheeks, stay there until you take your make-up off, and contrary to the YSL's Kiss &; Blush or most cream blushers, they won't make your cheeks look oily or emphasize your pores. You can wear them full-on, or get some of the product on your fingers and dab it on your lips as a hint of color that will become a great stain.

I purchased three shades from the line: Grand Cru, Frambourjois, Olé Famingo!. However, not every color applies nor perform the same way.

Grand Cru
Grand Cru is the last one I've bought, the most amazing color, and the biggest deception. First off, you need patience to apply it. It looks as if it's not coloring your lips, and just setting into lines. Strangely enough, it looks like a gel. So a second layer is in order with this shade. The second layer will give you the most amazing color and finish. However, Grand Cru WILL budge. You will find little red stains near your mouth (or even on your chin if you're a big scarf wearer like I am), yet the lipstick will bizarrely still be on your lips, full-on. I also suggest wearing a wax liner around your lips, because it tends to smudge after a bit.
On the cheeks, you only need the smallest amount of this or you'll look like a clown. Ronald Mac Donald's daughter ain't sexy, remember!
As I couldn't get a decent picture, I will link you to Beaty and Gibberish, who got the color spot on!

The shade that made me fall in love with this product. A great raspberry color - not too red, not too pink. Just glorious. On both lips and cheeks, it will set a bit slower than the other shades, but it will look awesome on any skin tone, and it won't budge. Ever. You can smoke and drink, it will not budge. A must-have.
After 15 minutes it wasn't dry and matt yet, so I took the picture :)

Olé Flamingo!
A great shocking pink which is not too over the top and actually wearable. It is great as a blusher too. It dries and sets faster than the other shades. 

All in all, this is a great multipurpose product. It's great value for the money, and its only downside is that if you live in a country that doesn't sell Bourjois, you will have to order them on Boots or Asos. 

Have you tried the Rouge Edition Velvet? What do you think about them? 
Do you also think that their performance varies depending on the shade?

I Rouge Edition Velvet di Bourjois sono i cuginetti dei Rouge Edition, diversi da loro per il finish matte. Se non sbaglio dicono che dovrebbero durare 12 ore, ed anche se non sono sicura che arrivino ad una tale longevità sulle labbra, posso garantire che la loro tenuta è molto lunga anche se si beve o si fuma. 
Queste piccole perle hanno un applicatore come quello dei gloss, che assicura la precisione nella stesura anche su labbra fini. Appena applicato il colore è un po' glossato, ma dopo qualche minuto si asciuga, diventando completamente opaco. Il colore è pieno già dalla prima applicazione, in linea di massima, ma per un effetto soft si può anche picchiettare col dito sulle labbra in modo che si crei una tinta leggera. In maniera del tutto simile ai Kiss & Blush di YSL (ma decisamente in modo migliore) si possono portare anche come blush: in questo modo si fissano tutto il giorno sulle guance senza mai creare uno strato oleoso.
Non tutti i colori si comportano alla stessa maniera, infatti Grand Cru - il rosso più bello della linea - comporta difficoltà nella stesura (con lui, due passate sono d'obbligo) e sbava un po', anche se incredibilmente il colore resta longevo sulle labbra. Se lo portate come tinta, ricordatevi di prelevarne veramente una puntina, o sembrerete un clown, soprattutto se lo applicate come blush.
Frambourjois, invece è un bellissimo rosso-rosato (e qui vedete la mia masculina abilità nel descrivere i colori) che si fissa in pochi minuti e non sbava. Dona tanta luce a qualsiasi incarnato. Decisamente il colore più interessante della linea.
Olé Flamingo è un fuxia acceso, ma portabilissimo e si asciuga e fissa più in fretta degli altri colori. 

Tutto sommato Rouge Edition Velvet è un vero prodotto multiuso, con un rapporto qualità/prezzo decisamente alto e che vale la pena di provare. L'unica pecca è che se non si vive in un Paese in cui vendono Bourjois, ci si dovrà accontentare di ordinarlo sui siti di Boots e Asos.

Avete mai provato questo prodotto? Cosa ne pensate? 
Anche a voi sembra che la performance vari in base al colore?

Friday, May 8, 2015

REVIEW || Nars All Day Luminous Weightless vs Sheer Glow

So, over the past week I've been testing two different foundations from Nars: the much hyped and talked about All Day Luminous Weightless and one of the brand's classics, namely Sheer Glow
So far, I still have mixed feelings about the new All Day Luminous Weightless. However, my mind is pretty much set when it comes to describe Sheer Glow. 

All Day Luminous weightless is a high coverage foundation with a thin texture. It has a satin finish, and you just literally need the smallest amount to cover your entire face (I had a sample in a jar, but if you buy the foundation, I guess one pump is even too much), thanks to its striking pigmentation. It supposedly contains pigments that counteract redness, and as a person with red marks from acne on her face, I can pretty much testify to this being true.
As far as longevity goes, I would say it stayed put, but it definitely needs to be powdered, possibly at least twice a day, as it tends to grease. It hasn't travelled around my face, as some other reviewers have experienced (tip: shake well before use, because the product tends to separate), but it gets into the pores on my cheeks and emphasize them - which is something I truly detest. 
As I said, the texture is very thin for such a high coverage foundation, but it is visible nevertheless. 
All in all, there are things I do like about it and some others that I don't. I would not recommend this just because it retails for 43€ and that is way too much for a foundation you don't love everything of. 

That being said, I find All Day Luminous to be the best liquid foundation Nars has launched up to now. I had great expectations about Sheer Glow, as many youtubers I love have always sworn by it. 
Well, I've hated it. The only plus side I've found for this foundation is the shade range, but then again, it is common to every other foundation from Nars. 
It travelled around my face even if well powdered (I've tried MUFE HD, and Mac MSF Natural. Plus, I've started using Guerlain's Météorites on top of it all too); it lasts 4 hrs tops; it gets into pores; it gets really greasy...need I say more? 
The picture below doesn't really do this disaster justice, but you get my drift. Bourjois foundations are ten times better, for a fraction of the price. 

Just out of curiousity, am I the only one who has had problems with Sheer Glow? Why do people swear by it? 
Please, enlighten me in the comment section below! 

Photographic disaster || One of my uglies pictures, wearing Nars All Day Luminous Weightless || Powedered || 6 hrs wear

Foundation disaster || Nars Sheer Glow well-powdered || 4 hours wear


Chi mi segue su Facebook saprà sicuramente che durante tutta la scorsa settimana mi sono data al test dei fondotinta Nars. Ho testato il nuovo All Day Luminous Weightless, di cui si parla molto, e il tanto decantato Sheer Glow

L'All Day Luminous Weightless è un fondotinta ad alta coprenza, con una texture sottile ed un finish satinato. Per via della sua elevata pigmentazione, basta pochissimo prodotto per coprire tutto il viso. Io avevo un campione in jar, ma chi ha comprato il fondotinta necessiterà probabilmente di una sola erogazione, e forse meno. Suddetta pigmentazione contiene degli elementi profondamente gialli per contrastare i rossori. Da persona che ha dei segni rossi dati dall'acne ormai trascorsa, posso testimoniare che è tutto vero e che questo fondotinta copre benissimo i rossori. 
Per quanto riguarda la durata, non è altissima ed ha bisogno di essere incipriato perché tende a lucidarsi. Tuttavia non mi son ritrovata il prodotto raggrumato il varie parti del viso, com'è successo ad altre blogger, però mi si è messo nei pori dilatati che ho sulle guance e li ha enfatizzati a dir poco - una cosa che io detesto assolutamente. 
Il mio parere su questo fondotinta è abbastanza contrastante. Ci sono cose che mi piacciono e altre che non mi piacciono davvero. Ragion per cui mi sento di sconsigliarlo, visto che il suo prezzo è di ben 43€ (almeno in Francia) e per quel prezzo ci sono altri fondotinta che amiamo nella loro totalità. 

Detto ciò, trovo che sia comunque il fondotinta migliore del marchio Nars, visto che avevo aspettative elevatissime per lo Sheer Glow, ed invece sono stata molto delusa. 
Non ho punti positivi per questo fondotinta di cui per anni ho sentito tessere le lodi dai miei youtuber preferiti, se non la gamma di colori - che però è comune a tutti i fondotinta della marca. 
Si sposta dappertutto nel viso pure se viene incipriato (e non con cipriette, stiamo parlando di MUFE HD, MAC MSF ed in più le Météorites di Guerlain sopra la cipria), e dura al massimo 4 ore. Si infila nei pori enfatizzandoli; diventa lucidissimo e ha un transfert assurdo. 
Penso che la foto poco sopra non renda giustizia al disastro spaventoso che è questo fondotinta, e tuttavia credo che la differenza tra i due si veda. Per quel che costa, è meglio perfino comprare fondotinta da drugstore. I fondi Bourjois, ad esempio, sono buonissimi e costano un terzo. 

Son curiosa, però, solo io ho avuto problemi con lo Sheer Glow? E come avete trovato l'All Day Luminous? Fatemelo sapere nei commenti.

Sunday, May 3, 2015

LIVING IN FRANCE || housing and accomodation - trovare alloggio

As promised, I start my new series about Living in France for any of you who are interested to do the same, or are just simply curious.

Let me start by saying that the best thing you can do when thinking about moving to another country is being free. Being single puts your mindset in the right place, because you feel less home-sick and you can really take advantage of anything you meet along your path. I came here for the first time to reach my ex boyfriend, and as it turned out we weren't made for one another. Needless to say, everything that comes with dealing with emotional problems takes a toll on the whole experience.
Whatever your reasons to move to France are, though, there are some things you should start looking or at least aknowledge before your departure.
One of them is how the housing and accomodation system works.


There are lot of useful websites you can use to look for apartments, rooms etc, but the most reliable ones - independently of the city of your choice - are leboncoin.fr and appartager.com (this one is for shared apartments or houses). Create an account on those websites, and start choosing based on your price range, email the people who put the ads on the sites, and ask for an appointment to visit the apartments.
Some of them prefer telephone calls as opposed as to emails, so don't be surprised if you never get an answer. Whatever the case is, it should be specified in the ad. Don't trust ads with no pictures, and always ask for pictures before visiting. You don't want to waste your time, especially if you're looking for a place in Paris or any other big city.


Always ask if you're going to get a contract. This is very important if you're starting a new life, as you may get housing aids (aides au logement) from "la CAF" (a governamental agency whose job is providing help for housing and for families). Of course, this is based on your economic situation, but if you don't have a certified lease (le bail), you won't get anything at all.
If not specified, ask if the apartment/room is furnished, if the kitchen is equipped etc. As most places come unfurnished in France. The most important thing is probably the kitchen. As long as that is equipped, you can order from Ikea or Alinéa (its French equivalent), or you can get second-hand furniture (meubles d'occasion) from leboncoin.fr
If you're sharing with other people (colocation), ask them what they do in life and probably ask them about their lifestyle when you visit. If you're a worker and not a student, you definitely don't want to get an apartment with students in France, as they party really really hard (like, we have students 500 mts away from here, and we hear their parties, and hear the police that comes every single week).

Anything else is common sense. It's the same situation you would find yourself in when looking for a place in your own country.


Every year in January, you'll have to pay a tax called taxe d'habitation, just for living in the apartment. It comes with a tax for TV, so if you don't have a TV, you need to inform the agency and prove you don't have it, so you can get a refund for that. The amount to pay depends on the rent you pay (and maybe on your apartment's surface, but I'm not sure as I haven't come across the bitch yet) and on the city you live in. 

If you're planning to go to Paris, get ready to pay at least 500€ a month for a room. Check the websites carefully, because scams are regular. 

Many landlord won't take unemployed people, so if you are unemployed and your landlord is of the kind, make sure you have a garant, as in someone that certifies they'll pay for you if anything happens. If you are employed, they may ask you for your fiches de paye for the last 3 months. They also usually ask for a deposit (caution) which corresponds to a month's rent. Paris may need 2 month's rent, depending on the landlord.


It has taken me a while to find this, but I have a kind old lady as my landlord. She trusts both my housemate and me, and didn't even ask for a garant. I live in an apartment which I share with a lovely girl from the north of France (they're so kind up there!). The apartment is near my workplace, 10 mins away from downtown, in an area where poors, working class, middle class, and some wealthy people find each other living together. The apartment is quite nice, we have a little black cat, and the rent is in my budget. 

I hope this was useful to you, and I wish good luck to any one of you who is thinking to do the same thing I did. If you have further questions, just leave a comment. I will get back at you as soon as possible. 


Come promesso, inizio questa serie di post sulla vita in Francia, per tutti coloro che vogliano intraprendere lo stesso percorso.

Comincio dandovi un piccolo consiglio: siate liberi se pensate di trasferirvi all'estero. Essere single vi mette sotto l'ottica necessaria per cogliere al meglio tutta l'esperienza. La nostalgia è un sentimento che vi può creare problemi. Io, ad esempio, mi son trasferita la prima volta per raggiungere il mio ex, e dopo mi sono accorta che non eravamo fatti l'uno per l'altra. Vi lascio immaginare quanto gravi sul tutto lo stress emotivo di queste situazioni.

Ad ogni modo, qualunque sia la motivazione che vi spinge a trasferirvi, ritengo ci siano delle cose che dobbiate sapere prima di partire. Una di queste è come cercare casa. 


Ci sono tanti siti che vi possono aiutare nella ricerca, ma i più affidabili sono leboncoin.fr e appartager.com - se state pensando di cercare una camera in una casa con altre persone. Create il vostro account e siate accorti. Se gli annunci non hanno foto disponibli, chiedetele sempre. Se non ve le mandano, non prendeteli nemmeno in considerazione, soprattutto se siete in una grande città. Non avete bisogno di perder tempo con annunci inutili  o imbrogli. Non sorprendetevi se qualcuno non risponde ai messaggi. In tanti preferiscono una chiamata per fissare un appuntamento. 


Chiedete sempre alcune specifiche. Ad esempio se il contratto è regolare ed è a nome vostro, per poter usufruire degli aiuti (aides au logement) della CAF (la Caisse d'allocation familiale, un organismo pubblico preposto ai sussidi statali per alloggi e famiglie). I sussidi son dati in base alla situazione economica (portatevi il cud degli anni precedenti dietro), ma se non avete il contratto, ve li potete scordare.

I monolocali o bilocali sono sempre da rifornire coi mobili a vostre spese, mentre gli appartamenti da condividere persone sono misti, anche se spesso tendono ad avere almeno la camera non fornita. In ogni caso, oltre Ikea e il suo corrispettivo francese (Alinéa), potete trovare mobili di seconda mano (meubles d'occasion) sul sito leboncoin.

Se pensate di avere coinquilini, chiedetegli sempre del loro stile di vita e cosa fanno prima della visita. Se come me, siete lavoratori, vi sconsiglio di andare in case di studenti, perché i francesi - così discreti durante il giorno - si trasformano in vere e propri animali da circo alle feste. E gli studenti (visto che l'università è decisamente più facile che in Italia) fanno feste ogni giorno. Feste molto chiassose. Ed hanno un concetto di pulizia diverso. A poche centinaia di metri da casa mia, c'è una residenza per studenti e ogni settimana viene la polizia, vi dico solo questo (beati quelli che ci abitano accanto).


A gennaio, i locatari dell'appartamento sono tenuti a pagare una taxe d'habitation. Con questa è compresa anche una tassa sulla TV, quindi se non l'avete, dovrete poi certificare di non averla per farvi rimborsare.
Il corrispettivo di suddetta tassa dipende dalla retta dell'affitto (e forse anche dalla superficie abitabile, ma ora non so bene perché ancora non ho avuto il piacere di scontrarmi con la stronza), e dalla città in cui vivete.

Se volete andare a Parigi, tenete presente che dovrete sborsare almeno 500€ per una stanzetta. Spulciate bene i siti perché le truffe sono all'ordine del giorno.

Molti proprietari non accettano disoccupati. Se capitate con un proprietario del genere, vi sarà chiesto di avere un garante, che possa attestare di poter pagare per voi in caso di necessità. Al contrario, dovrete provare voi di poter pagare, portando le vostre 3 ultime buste paga (fiches de paye). Di solito viene chiesto un deposito cauzionale (caution) di un mese d'affitto. A Parigi spesso ne vengono richiesti due, ma dipende.


Mi ci è voluto un po', ma alla fine ho trovato un bell'appartamento con una padrona di casa gentile che non mi ha né chiesto cauzione, né buste paga perché si fida di me e della mia coinquilina. Vivo con una ragazza del nord della Francia (son tanto gentili le persone che vengono da lì) e il suo gattino nero, in un appartamento vecchiotto, ma molto ben tenuto, non lontano dal mio lavoro e dal centro della città. Il quartiere è curioso. Qui povertà, classe lavoratrice, media e benestanti convivono abbastanza serenamente (con sporadici casi di matti che non vorrei proprio incontrare la notte da sola). L'affitto era nel mio budget, quindi va benissimo.

Insomma, spero di esservi stata utile. Se avete altre domande, non esitate a lasciare un commento qui sotto o su Facebook. Vi faccio un in bocca al lupo, se decidete di intraprendere il mio stesso percorso.

Thursday, April 23, 2015

Sardinian Sunset || look du jour

 It was a sunny day in the east of France, so I wanted something warm to decorate my face. I looked at my palettes, and some colors reminded me of the warmth of my homeland's sunsets. I could not pass along the opportunity to honor my roots. This make-up will look incredibly good on tanned skin. This make-up will look incredibly good in Sardinia. 

E' stata una bella giornata di sole nell'est della Francia, perciò volevo qualcosa di caldo per decorare il mio viso. Ho dato un'occhiata alle mie palette, alcuni dei colori mi hanno ricordato il calore dei tramonti della mia terra. Non potevo farmi sfuggire l'occasione di onorare le mie radici. Questo trucco sarà benissimo sulla pelle abbronzata. Questo look sarà bellissimo in Sardegna.



MAC Paint Pot in Soft Ochre
Nabla e/s in Petra (crease), Grenadine (outer V, outer lower lashline), Glitz (all over the lid and lower lashline), 
Nars e/s in Mekong as a liner
Madina Prisma Shine e/s in Glow (I think, I can't remember its name) brow bone
Gosh eyebrow kit 
Benefit Gimme Brows brow gel
L'Oréal Miss Manga mascara


Madina Perfect Fit Foundation
MUFE HD Powder
Nars Laguna Bronzer
MAC Stereo Rose MSF as a blush


Bio Beauté by Nuxe raspberry lipbalm

A little outfit of the day - Dress by Naf Naf

Hope you like it - what does sunset in your country look like? Let's start a tag to make them into make-up looks! 

Spero vi piaccia - e il tramonto da voi che colori ha? Iniziamo un tag e facciamo diventare il vostro tramonto un trucco!